Comunicato Stampa

Formazione e sostenibilità: Ria GT, al via forum di Rimini su economia e imprese virtuose

Ria Grant Thornton, al via forum di Rimini su economia e imprese virtuose con i leader delle istituzioni, aziende, terzo settore.

Puntare alla qualità, alla formazione continua dei revisori, ad estendere le proprie competenze e radici sul territorio, a consolidare le relazioni con il mondo associativo, le imprese innovative, la pubblica amministrazione, il terzo settore. Tutto per continuare a scommettere sul futuro, sul futuro economico e sociale dell’Italia e per creare buona occupazione. Sono questi gli obiettivi che verranno approfonditi durante l’appuntamento annuale di Ria Grant Thornton dedicato alla formazione continua dei revisori legali che si svolgerà a Rimini dal 13 al 17 Novembre.

Al via il forum di Rimini di Grant Thornton 2017 su formazione, economia, imprese virtuose e terzo settore con i leader delle istituzioni, ceo di aziende, e protagonisti del terzo settore.

Tra i relatori confermati su invito di Maurizio Finicelli, chairman Ria Grant Thornton, da Claudia Cattani, presidente RFI a Luca Saccani, managing partner Ria Grant Thornton, dall’ex ministro Antonio Di Pietro  a Roberto H. Tentori, presidente Grant Thornton Consultants, a Isabella Covili Fagioli, presidente Aidp, a Paola Corna Pellegrini, ceo Allianz worldwide partners, da Enrico Gambardella, presidente Winning Women Institute, a Sarah Croot, director head of business development Grant Thornton International, a Raffaele Donini, assessore trasporti Regione Emilia Romagna,  a Francesco Pastore, managing partner di Grant Thornton Consultants, a Marco Pavani, responsabile rapporti istituzionali Comunità di S. Egidio.

“A Rimini parteciperanno 350 consulenti italiani del network mondiale Grant Thornton, tra i leader della revisione e della consulenza, presente in 140 paesi con 47.000 professionisti, che si confrontano con i numeri uno di imprese quotate, rappresentanti degli imprenditori e delle istituzioni, organizzazioni no profit”, - afferma Luca Saccani, managing partner di Ria Grant Thornton. “A volte l’attenzione e il dibattito politico e pubblico viene catalizzato sulla crescita decimale del Pil mentre sono tanti e variegati i fattori che vanno approfonditi.

A Rimini i nostri revisori e consulenti saranno impegnati in incontri, dibattiti e workshop, per formarsi con continuità, per cercare soluzioni originali e dare il proprio contributo all’economia del paese e a cosa si può fare meglio ad esempio per il terzo settore e la responsabilità sociale di impresa. Per noi significa prima di tutto investire nelle persone e nel loro futuro professionale, dedicando alla formazione in totale ventimila ore aziendali e cercando di avere sempre più qualità nel nostro lavoro.

Effettivamente occorre uno sforzo congiunto, non di una singola entità privata o della pubblica amministrazione. Occorre che ci sia la volontà e la decisione di andare avanti in un percorso coordinato. Alcuni territori sono riusciti a farlo meglio di altri, come ad esempio l’Emilia Romagna, ed è da qui che possiamo ripartire senza lasciare indietro nessuno”.

“Il forum annuale di Rimini rappresenta anche un’occasione importante per riflettere su chi siamo e cosa possiamo fare di più per gli altri, come individui e come comunità di lavoro” – conclude Maurizio Finicelli, chairman di Ria Grant Thornton.

“Dopo la straordinaria esperienza di volontariato e sostegno a 700 persone durante la cena di Natale organizzata dalla Comunità di Sant’Egidio nella Basilica di Santa Maria in Trastevere a Roma e le altre iniziative del 2016, presso le mense gestite gratuitamente dai volontari di Sant’Egidio per i poveri, gli emarginati, i migranti in diverse città italiane a cui hanno dato una mano anche le persone delle nostre società di revisione e di consulenza, a Rimini parleremo del nuovo progetto per l’asilo della Comunità in Malawi e dei primi risultati finanziati.

L’asilo offre ai bambini un progetto educativo e di futuro che migliorerà per sempre la loro vita e quella della comunità di cui fanno parte, oltre 400 persone. Si tratta di una iniziativa molto importante e al tempo stesso simbolica, in quanto ponte di aiuto, di speranza e futuro concreto per bambini, in uno dei paesi più povere dell’Africa dove la parola asilo non esiste.

Questo progetto di “GT in the Community” è parte di un programma di iniziative sociali annuali più ampio con la Comunità di Sant’Egidio, come ad esempio con il servizio di volontariato nelle mense, e più in generale con le varie attività sociali nel mondo nelle 705 città dove lavorano le persone di Grant Thornton”.