IBR

IBR Grant Thornton: tre sono le principali minacce nel 2023 per le imprese del mid-market

incident response RIA GT
Contents

All’inizio del 2023, tre delle minacce più importanti nelle menti dei leader aziendali nel mid-market erano: l'inflazione, l'attacco informatico e il rallentamento economico.

Secondo i dati dell'International Business Report (IBR), l'indagine globale di Grant Thornton con dirigenti di aziende del mid-market, più della metà (51%) dei manager vede l'inflazione come una minaccia continua, mentre il 47% ha citato gli attacchi informatici e il 50% ha fatto riferimento al rallentamento dell'economia.

In questi ultimi mesi si sono aggiunti, come quarta minaccia, i rischi connessi all’andamento del settore bancario che hanno contribuito a creare un clima di maggiore incertezza per molte aziende. Il modo in cui le aziende rispondono a queste minacce sarà fondamentale sulle aspettative future. 

Sebbene l'economia globale abbia mostrato resilienza nelle recenti sfide, le imprese e i consumatori continuano a risentire del costo della vita, dell'aumento delle bollette energetiche e dell'aumento dei tassi di interesse. Le aziende stanno agendo per ridurre i costi derivanti dall’aumento dell'inflazione. Secondo l’IBR, più della metà delle aziende del mid-market a livello globale (51%) considera l'inflazione una vera preoccupazione. Nonostante l’aumento dei costi, il 55% delle imprese prevede di aumentare la redditività nel corso del prossimo anno (48% i dirigenti di aziende italiane, rispetto a 37% nel 2021) attraverso la ricerca di maggiore efficienza operativa e l’identificazione di nuovi mercati.

Nuove sfide che non frenano le preoccupazioni per il 47% dei leader aziendali del mid-market, come emerge dai dati dell’IBR, che identificano l’attacco informatico come una minaccia per la propria attività nel 2023. Il costo dei crimini informatici per le aziende dovrebbe raggiungere gli 8 trilioni di dollari quest'anno e entro il 2025 le frodi e le truffe online costeranno 10,5 trilioni di dollari.

Il settore dell’Information Technology e in particolar modo della Cybersecurity, hanno visto dopo la pandemia una crescita esponenziale che non cenna a fermarsi, dovuta alle numerose sfide che le aziende si son trovate ad affrontare. L’evoluzione del business in nuove direzioni ha richiesto l’introduzione di una cultura informatica più avanzata e un approccio più innovativo, in termini di infrastruttura e sicurezza.” – commenta Paolo Azzalin, Partner Ria Grant Thornton.